L’ELOGIO DELL’INGOVERNABILITA’

Dalla parte degli oppressi

12371208_10153790360726810_305681831903384860_o 

Da tempo quando si parla di politica e di legge elettorale, si dice che la sera stessa bisogna conoscere il vincitore, come nel torneo di briscola alla sagra paesana, o al torneo di bocce del circolo bocciofilo, perché se si va oltre,  ci sono i tempi supplementari, i rigori se non lo spareggio.

Comuque per  restare nella politica le scorciatoie istituzionali per vincere non sono ne nuove ne originali, nel 1953 la dc propose, in nome della governabilità il premio di maggioranza al partito o colaizione che avesse ottenuto il 50 pi uno dei suffragi, fu definita a suo tempo dai Democratici, “legge truffa” e falli.

Oggi il bulletto toscano ha proposto in combutta con il rinnegato del colle, una legge truffaldina e incostituzionale che da una maggioranza schiacciante al partito che ottiene il 37%  o vince il ballottaggio, che legato alla soppressione dle senato significa potere assoluto della minoranza.

Ma perché questa riforma?

Il precedente è nel paese della Bastiglia, dove il PCF con la modifica della legge elettorale, doppio turmo, con gli stessi voti passa da 150 a 53 deputati, quindi la logica del potere non è la governabilità del paese, ma la soppressione delle rappresentanze istituzionali alternative.

In sintesi la rappresentanza scaturita dal proporzionale, 7 partiti presenti in parlamento, ha avuto dal 1945 al 1990 ha gestito il paese con un debito pubblico che non ha mai superato il 60% del PIL; ha varato leggi a tutela del lavoro sempre più garantiste, abolizione della gabbie salariali, statuto dei lavoratori, 150 ore, varato leggi a tutela della salute, assistenza sanitaria gratuita per tutti; dei diritti, divorzio, aborto, libertà di stampa, al quota di PIL destinata al lavoro era del 34/35% del PIL,  poi con la logica dei  governissimi siamo passati, dall’abolizione della scala mobile all’innalzamento dell’età pensionabile, alla riduzione dei diritti dei lavoratori, allo spostamento di quote rilevanti di PIL dal lavoro al capitale, almeno 5 miliardi di euro, oggi la quota di PIL relativa al lavoro è del 28%,  nonostante in questa quota sia compresa la parte di marchionne, tronchetti provera, etc, perché i falsari dei governissimi hanno considerato quelle erogazioni, parte del parasubordinato e come tale inserito nella quota “lavorodipendnete”,  al 120% del debito pubblico con i professori bocconiani voluti dal rinnegato del colle, al 135% del PIL con il bulletto toscano, voluto sempre dal rinnegato del colle.

Allora una riflessione va fatta “La Politica” un tempo “l’arte del possibile” da gestore della RES PUBLICA, da PRIMUS, dell’attività di un paese, perché li nasce l’idea di società come può essere pensata come una sorta di partita a briscola o di calcetto, la sera si deve sapere il vincitore. Il vincitore di che?

Forse è più giusto pensare alla logica che ha portato al bipartitismo, l’allontanamento dei soggetti deboli dalla politica.

Questo è lo scopo vero della governabilità, “allontanare i soggetti deboli dalla politica” cosi il controllo dei votoi diventa meno oneroso e si elide la presenza di soggetti che possano rappresentare l’alternativa al potere costituito.

Per concludere serve un Partito Comunista di massa che sappia ripercorrere quei sentieri che hanno portato i lavoratori ad essere presenti in tutte le istanze politiche e culturali del paese, serve a ridare dignità a tutto quel mondo che oggi appare sconfitto e deriso, quindi “Unità”, ma nella chiarezza degli obiettivi “abbattere questo sistema” fonte di disparità, guerre e fame.

Ass. Ric. Il PCI

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...