Migranti usati per giustificare l’ennesima guerra

Migranti usati per giustificare l’ennesima guerra

22 Maggio giornata internazionale d’azione per la libertà di circolazione,il lavoro e la residenza in Europa

ROMA – Con la scusa della lotta agli scafisti come arma di distrazione di massa, in queste ore l’Unione Europea ed i suoi complici, Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale, già responsabili del saccheggio dell’Africa con le loro politiche neoliberiste, stanno organizzando l’ennesima guerra di riposizionamento geopolitico ed economico.

Voglio ricordare che dal 2000 ad oggi nel Mediterraneo sono stati uccisi 22.0000 migranti. Un vero crimine causato proprio dalle politiche della stessa Unione Europea con la complicità di alcuni governanti africani. Ed è proprio con alcuni di questi ultimi che l’UE sta pianificando accordi di rimpatrio che usano i migranti come merce di scambio, come ha già  fatto  lo stato d’Israele con i governi del Ruanda e dell’Uganda. Ci stupisce che l’ONU possa accettare questo genere di politiche.

Dobbiamo fermarli con la mobilitazione permanente. Perché non si può riconsegnare al boia i migranti e i richiedenti asilo. Perché non si può legare la vita dei lavoratori migranti al contratto di lavoro, come avviene con la legge schiavista Bossi-Fini.  Perché l’Europa ha deciso di usare un sistema di apartheid nei confronti dei migranti e dei richiedenti asilo, attraverso l’accordo di Schengen e il regolamento Dublino III. Per questo invitiamo tutti a partecipare e a promuovere la Giornata Internazionale di Azione del prossimo 22 maggio, con le numerose manifestazioni per la libertà e la giustizia che si svolgeranno in tante piazze d’Europa, come Varsavia, Madrid,  Parigi, ecc. Ed anche a Roma, dove l’aèppuntamento è in piazza dell’Esquilino dalle ore 15.00.

Annunci