Braccio di ferro aereo e navale tra Russia e Gran Bretagna

 Redazione Contropiano

Braccio di ferro aereo e navale tra Russia e Gran Bretagna

I caccia della Royal Air Force si sono alzati in volo oggi dalla base di Lossiemouth, nel nord della Scozia, dopo l’avvistamento di due aerei militari russi nei pressi dello spazio aereo britannico.
“Gli aerei Typhoon di reazione rapida sono stati fatti decollare stamattina dopo che gli aerei russi sono stati individuati nei pressi dello spazio aereo britannico” ha detto un portavoce del ministero della Difesa di Londra. L’annuncio rappresenta l’ultimo di una serie di incidenti in una fase di grande tensione nei rapporti tra Londra e Mosca a causa della crisi ucraina, anche perché il governo della Gran Bretagna ha deciso un mese fa di inviare un certo numero di istruttori militari a Kiev per addestrare le truppe ucraine impegnate nella repressione dell’insorgenza delle popolazioni del Donbass.

Poco prima Londra aveva denunciato che tre navi di Mosca si stavano avvicinando alle acque territoriali britanniche. “MoD può confermare che 3 navi russe sono monitorate da HMS Argyll di @RoyalNavy attraverso la Manica. Non ci sono esercizi” ha annunciato il ministero della Difesa (Ministry of Defence) sul suo account Twitter. “Cacciatorpediniere russo Severomorsk classe Udaloy rientra da Mediterraneo con nave cisterna e nave appoggio. Lascerà la Manica oggi”. La Difesa russa ha precisato da parte sua che le navi militari sono in rotta per il nord Atlantico, dove prenderanno parte a esercizi di “difesa anti-aerea e anti-sottomarino”. La Manica è attraversata frequentemente e legittimamente dalle navi da guerra russe, ma i paesi Nato sono in allerta. Secondo James Nixey, capo del programma Russia ed Eurasia del think-tank Chatham House, la Russia con le sue azioni mira a inviare un messaggio. “La Russia sta tentando di dimostrare di avere un’ampia gamma di capacità belliche. Non è il preludio a una guerra, ma ci ricorda ciò che la Russia ama ricordarci, che è una potenza con cui fare i conti, non una potenza al tramonto, cosa forse più vicina alal realtà” ha spiegato Nixey ad alcune agenzie di stampa. Il Severomorsk, cacciatorpediniere anti-sottomarini, era tra le quattro navi a che a novembre hanno già attraversato la Manica, anche se la Francia ha smentito le notizie di fonte russa secondo cui avrebbero svolto esercizi militari. Un’altra nave russa è stata monitorata nel canale a febbraio, dopo che a gennaio Londra ha convocato l’ambasciatore di Mosca dopo che alcuni bombardieri Tupolev Tu-95 erano stati rilevati in volo nei pressi dello spazio aereo britannico. Secondo il Daily Telegraph, Londra ha dovuto accettare una visita di quattro giorni degli ispettori militari russi per assistere agli esercizi navali guidati dalla marina britannica, in corso da ieri al largo delle coste scozzesi.

Annunci