Contributi Circoli Ottobre Rosso e Quartiere Savena ( Bo)

Circolo Ottobre Rosso  e  Circolo Quartiere Savena                       CONTRIBUTO ALLA CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE

  I circoli Ottobre Rosso (Savena) e Annibale Doninelli, (Pianoro), federazione di Bologna, Emilia Romagna, riunitisi in data 7 marzo 2015, propongono il seguente contributo alla conferenza di organizzazione. Considerazioni locali La Federazione di Bologna eredita una organizzazione territoriale capillare che risale alla Rifondazione Comunista degli anni ’90. Nel tempo si è proceduto ad accorpamenti ad hoc, dovuti al calo del tesseramento e alla scomparsa di alcuni circoli; si tratta ora di ripensarli organicamente per dotarsi di una struttura efficace. A partire dalla nostra esperienza proponiamo alcune direttrici di lavoro. 1) L’accorpamento dei circoli limitrofi, omogenei per territorio o per problematiche politiche, si rende necessario tanto per l’istituzione delle città metropolitane tanto per favorire una discussione politica più ampia ed interessante. Se alcuni circoli non si riuniscono più con cadenza regolare, una causa può essere individuata nel numero ristretto di militanti che garantiscono una presenza costante, e che limita la discussione e la capacità di elaborazione politica del circolo stesso.
2) Quanto agli strumenti di comunicazione, le nuove tecnologie (e-mail, FB) non possono sostituire i vecchi metodi attraverso i quali i compagni si riuniscono e discutono la linea politica contribuendo a formarla ed articolarla. I compagni sentono l’esigenza della presenza di un rappresentante della federazione alle riunioni, che sia in grado di introdurre le riunioni politiche ed i problemi della fase e che trasmetta il contributo del circolo alle istanze superiori operando una sintesi. Va inoltre incentivata la produzione di strumenti politici quali volantini, manifesti, fogli informativi, insostituibili per raggiungere i cittadini ed i simpatizzanti.

Considerazioni nazionali Il documento proposto è ottimistico nell’affermare (sezione C.2 della sintesi) “che il PRC ha saputo cogliere il superamento di uno schema basato sulla centralità del partito nella costruzione dei conflitti e sul ruolo subalterno e marginale (cinghia di trasmissione) delle altre soggettività organizzate.” Si impone una riflessione seria sui dati preoccupanti del tesseramento e su una tendenza negativa che non riusciamo ad invertire. Inoltre, i diversi movimenti che intercettiamo pongono al centro problemi specifici (casa, lavoro, beni comuni, democrazia) ma non sembrano esprimere un progetto complessivo di trasformazione della società, che rimane in capo ai tradizionali partiti in crisi. In particolare: 1) E’ semplicistico contrapporre (sezioni D-F della sintesi) il partito di massa, descritto come corrispondente a rapporti di classe non più esistenti, e il partito sociale, interno ai movimenti e dedito ad attività di mutualità e sostegno alla lotta popolare per la sopravvivenza. Esperimenti positivi di partito sociale in passato hanno riguardato i territori a macchia di leopardo; occorre una seria riflessione sul perché non prendono corpo in tutto il Partito. Inoltre, il Partito non può delegare la funzione di analisi, di sintesi e di proposta politica complessiva ai movimenti che intercetta di volta in volta, a causa della parzialità dei loro obiettivi.

2) Il lavoro culturale: l’esperienza delle discussioni che nei territori hanno coinvolto contenitori vasti come l’Altra Europa o l’Altra Emilia Romagna mostra i danni ideologici che tanti anni di anti-politica hanno prodotto: si tratta di soggetti tutt’al più anti-liberisti. Non è diffusa una seria riflessione anti-capitalista, anti-imperialista e femminista. Nella partecipazione e nell’impegno del nostro partito alla costruzione di una sinistra italiana ampia, alternativa al PD e alle politiche che in Europa fanno capo al PSE e al PPE, è compito del partito stimolare la discussione su questi temi fornendo le proprie analisi e proponendo progetti di cambiamento.

Francesco Galofaro Gianni Grassi Marco Pondrelli Michele Carozza APPROVATO A MAGGIORANZA

Annunci