“I paesi più forti vogliono Atene fuori dall’euro”

  • "I paesi più forti vogliono Atene fuori dall'euro"

(Reuters). Il ministro delle Finanze maltese Edward Scicluna ha detto che i principali paesi dell’Unione europea potrebbero essere pronti ad assistere all’uscita della Grecia della zona euro.

“Credo si sia raggiunto un punto in cui diranno alla Grecia ‘se davvero volete lasciare l’euro, fatelo'”, ha detto Scicluna alla rivista ‘Malta Today’.

Il settimanale tedesco ‘Der Spiegel’ ha appena scritto che la Bce si starebbe preparando per l’uscita della Grecia dalla zona euro e lo staff della banca centrale sta predisponendo un piano di emergenza su come salvaguardare il resto dell’unione monetaria.

L’inizio della nuova riunione Eurogruppo dedicata alla Grecia è stato intanto posticipato alle 16,30, scrive su Twitter il presidente Jeroen Dijsselbloem.

Netto peggioramento per il mercato obbligazionario italiano, con lo spread su Bund che risale fino a quasi 130 punti base dopo le indiscrezioni di ‘Der Spiegel’, secondo cui la Bce starebbe preparando i piani per gestire un’eventuale uscita della Grecia dall’euro.

Hollande e Merkel sono stati così costretti a una conferenza stampa congiunta, tra smentite  e mezze conferme:

“Non c’è uno scenario che prevede l’uscita della Grecia dalla zona euro.

Lo hanno assicurato il presidente Francese François Hollande e il cancelliere tedesco Angela Merkel al termine del pranzo di lavoro all’Eliseo prima della riunione dell’Eurogruppo dedicata al caso greco a Bruxelles. “La Grecia è nella zona euro e deve restare nella zona euro”, ha detto Hollande nel corso di una conferenza stampa congiunta. Secondo Merkel tutti i paesi della zona euro hanno come obiettivo quello di far rimanere la Grecia nell’unione monetaria, ma affinché il Parlamento tedesco possa prendere una decisione sulla proposta della Grecia di estendere l’accordo di bailout è necessario apportare dei significativi cambiamenti.

“Servono miglioramenti significativi nella sostanza di quello che viene discusso in modo tale che noi possiamo votarlo al Bundestag, per esempio la prossima settimana”, ha detto Merkel.

Annunci